Programma elettorale di coalizione

COMMERCIO E CENTRO STORICO

COMMERCIO

Ponsacco si conferma un comune a vocazione commerciale, grazie alla sua collocazione geografica strategica. Ne sono prova le sue numerose attività che in questi cinque anni sono cresciute del 10%, passando da 340 a 370 in sensibile controtendenza con il dato provinciale.. 

I futuri interventi a favore del commercio prevedono

MANUTENZIONI: nuovi investimenti sulle manutenzioni di strade e marciapiedi per valorizzare il decoro urbano

ILLUMINAZIONE NATALIZIA: investimenti ulteriori nella bellezza con particolare riferimento all’illuminazione natalizia

FESTE ED EVENTI: rafforzamento di feste ed eventi nelle strade a vocazione commerciale

SERVIZI: rafforzamento dei servizi, come il completamento della cittadella dello sport e del polo socio-sanitario che avranno una ricaduta positiva anche sull’indotto economico e commerciale del territorio.

TARI: agevolazioni sulla Tari (tassa sui rifiuti) in funzione del passaggio alla tariffa puntuale

MERCATINO DELLA FILIERA CORTA: lavoreremo per potenziare il mercatino della filiera corta a Le Melorie e per attivarne uno nuovo in quella di Val di Cava attraverso il coinvolgimento delle associazioni di categoria

SICUREZZA: potenziamento del servizio di videosorveglianza

CENTRO STORICO

Dal 2014 ad oggi il saldo tra aperture e chiusure dei negozi in centro storico è positivo di 5 unità, grazie alle politiche di incentivi economici e potenziamento dei servizi messe in campo dalla nostra amministrazione.

Per proseguire nell’opera di rilancio del centro storico intendiamo operare secondo queste direttrici

SOSTEGNO AL COMMERCIO: attraverso contributi economici rivolti alle nuove attività e a quelle esistenti, incentivando particolarmente le aperture di tipo artistico e artigianale. Le agevolazioni riguarderanno: contributo sull’affitto, esenzione Tari (tassa sui rifiuti) e Cosap (suolo pubblico).

INVESTIRE NEL DECORO URBANO: con la riqualificazione di Piazza della Repubblica, nuove installazioni artistiche in Corso Matteotti, arredo urbano e l’introduzione di incentivi in favore di chi recupera le facciate degli edifici privati.

NUOVI SERVIZI: trasferire servizi in centro significa creare una vitalità sociale che sarà un sostegno importante sia al commercio che alla residenza. Tutto ciò sarà possibile attraverso: ulteriori investimenti a villa Elisa come punto di riferimento della vita culturale del paese con la biblioteca, il cinema e il teatro, la valorizzazione del nuovo museo del legno con lo sviluppo di un centro di formazione permanente rivolto alle professioni artistiche e artigianali, incentivi rivolti all’apertura di spazi di co-working e studi professionali.

VALORIZZAZIONE DEL CENTRO A FINI TURISTICO-RICETTIVI: attraverso agevolazioni fiscali come la riduzione dei tributi locali fino all’esenzione (Imu, Tasi, Tari) per i proprietari che decidono di affittare gli appartamenti a turisti.